Grand Hotel Adriatico - Firenze

Prenota qui:
conviene!

  • Cancellazione gratuita fino a 24h
  • Late check out gratuito fino alle 15.00
  • Colazione in camera gratuita

Miglior Tariffa Garantita

Hotel Sicuro

Ghiotto Autunno, trionfo del vino e dell’olio in Toscana

L’autunno è una stagione per me estremamente affascinante: Firenze e le sue colline, così familiari nel corso dell’anno, assumono aspetti impensabili. Il foliage dalle tinte calde stringe monumenti, piazze e corsi cittadini in un soffice abbraccio. Nei giardini e in aperta campagna, le fronde verdissime in primavera si svestono senza vergogna, indossando le dolci sfumature d’ottobre. 

Passeggiare nel centro storico spazzato da una lieve brezza, assaporando il piacere di coprire finalmente braccia e gambe dopo l’afa estiva, è uno dei miei passatempi preferiti ad inizio autunno.

Ma ottobre è anche il mese migliore per godere in pieno dei prodotti eno-gastronomici toscani, famosi in tutto il mondo. In particolare, vi accompagno oggi a conoscere i corposi vini e il vivace olio delle nostre terre, veri tripudi d’autunno in Toscana.

 

I vini da degustare senza fretta

 

La Toscana è terra indiscussa di grandi vigneti, che rendono le nostre bottiglie tanto amate anche fuori dai confini nazionali. La quintessenza dei migliori vini locali, nella zona del Chianti, è il Sangiovese, ben percepibile in quasi tutte le varietà DOC.

Si tratta di un’uva rossa molto pregiata, dal carattere forte e non facilmente coltivabile, per i diversissimi sentori acquisiti a seconda del terreno e del microclima dell’area di coltivazione.

Tra i vini rossi perfetti da degustare nelle fresche sere d’autunno, magari accompagnati da un goloso cartoccio di castagne arrosto, vi consiglio il Chianti Classico, il Brunello di Montalcino e il Vino Nobile di Montepulciano. Tutti preziosi prodotti locali, che esigono il tempo necessario e uno stato d’animo rilassato e disposto ad accogliere le fragranze sprigionate da ogni calice. Se aggiungete la dolce compagnia di chi amate, ogni sorso sarà davvero perfetto.

A mio avviso, l’autunno è la stagione ideale per apprezzare i grandi rossi toscani, ma se non riuscite a fare a meno del bianco, non fatelo! In Toscana possiamo vantare un’ottima produzione di vini bianchi, riconosciuti negli ultimi anni anche a livello internazionale. La Vernaccia di San Gimignano, primo vino bianco DOCG della regione, si accompagna bene anche alle carni rosse, il Vermentino è più delicato, il Bianco di Pitigliano si rivela al palato asciutto e gradevole.

Insomma, non ci sono scuse: la nostra terra riserva vini per tutti i gusti e degustarli ad ottobre è sempre una buona idea.

 

L’olio “novo”, delizia del frantoio

 

Il vino toscano si sposa naturalmente con un altro tesoro della nostra regione: l’olio extravergine d’oliva.

Lungo le nostre colline, i fitti filari di vite si rincorrono per ettari ed ettari, interrompendosi solo nell’incontro con uliveti carichi di frutti e aromi irresistibili.

In autunno, quasi in concomitanza con la vendemmia, si svolge la spremitura del nuovo raccolto di olive. Dai frantoi che punteggiano le campagne toscane si innalzano effluvi piacevolmente pungenti. È questo il sentore che annuncia la produzione dell’oro verde, tanto pregiato quanto genuino.

L’olio nuovo (o “novo” come si dice a Firenze), ancora fragrante di spremitura, si celebra tra novembre e dicembre, quando si svolgono sagre e festival in molti borghi toscani - ricordo Montecarlo, Vinci e Borgo alla Rocca di Montemurlo tra i più famosi.

E come si degusta l’olio? Ma con la fettunta ovviamente! La fettunta (“fetta unta”) è una semplicissima e squisita fetta di pane toscano, rigorosamente non salato, bagnata da una spruzzata di olio verace. Credetemi, è una vera delizia! La ricordo con tenerezza come la merenda che facevo da bambina…e tuttora non perdo l’occasione per rivivere quelle sensazioni.

 

Autunno a Firenze, un percorso enogastronomico tra grandi vini e olio locale: scopriteli nei nostri ristoranti – Ristorante Opera e Ristorante Benedicta – e preparate le papille gustative.

 

 

 

Ultimi Post
  • +

    "Donatello, the Renaissance" the unmissable exhibition

    Palazzo Strozzi Foundation and the Bargello Museums present the unrepeatable Donatello exhibition, the Renaissance.  …
  • +

    The magic of Christmas holidays in Florence

    When the Christmas spirit pervades the streets of Florence, the cradle of the Renaissance offers…
  • +

    Florence, is the time to relax

    Florence is not just beauty, art and culture. Whether it is a business trip or…
  • +

    The summer of Florence between events and exhibitions

    After the relaxation of the restrictive measures, Florence has reopened its doors to tourists, who…
  • +

    Pitti 2021, a taste of normality

    We are almost there. Pitti Immagine Uomo will be staged from 30 June to 2…
Ultimi Post
  • +

    “Donatello, il Rinascimento” l’imperdibile mostra

    Fondazione Palazzo Strozzi e Musei del Bargello presentano l’irripetibile mostra Donatello, il Rinascimento.    Nel…
  • +

    La magia delle vacanze di Natale a Firenze

    Quando lo spirito natalizio pervade le strade di Firenze, la culla del Rinascimento offre uno…
  • +

    Firenze, è il momento del relax

    Firenze non è solo bellezza, arte e cultura. Che sia un viaggio di lavoro o…
  • +

    L’estate di Firenze all’insegna di mostre ed eventi

    Dopo l’allentamento delle misure restrittive, Firenze ha riaperto le porte ai turisti, ripresi a muoversi…
  • +

    Pitti 2021, sapore di normalità

    Ci siamo quasi. Pitti Immagine Uomo andrà in scena dal 30 giugno al 2 luglio,…
Prenota Chiama Email