Grand Hotel Adriatico - Firenze

Prenota qui:
conviene!

  • Minibar Gratuito
  • Late check out gratuito fino alle 15.00
  • Cancellazione entro 24 ore gratuita

Miglior Tariffa Garantita

Mangiare bene a Firenze tutto l’anno: i gustosi piatti estivi

Firenze e la terra toscana sono patrie indiscusse del buon mangiare - e del buon bere. Vi basterà passeggiare per i vicoli del centro storico e nelle piazze per essere rapiti dai sentori avvolgenti della ribollita, dai colori delle zuppe di cereali e dalla dolcezza dei nostri dessert. Per non parlare del profumo verace e intenso della brace, culla prediletta della bistecca alla fiorentina.

Eppure, all’aumentare della temperatura corrisponde spesso un calo dell’appetito (io resto una buona forchetta tutto l’anno, ma è una dote rara!). In estate le infinite giornate trascorrono tra passeggiate nei parchi, visite nei musei, impegnative sessioni di shopping – ricordatevi i saldi! – e puro relax dopo un anno di lavoro.

E non si mangia? Certo che sì, a Firenze sarebbe un affronto nutrirsi di insalate e tramezzini. Se pensate che le ricette fiorentine siano sostanziose e poco adatte alla calura d’agosto, fortunatamente vi sbagliate.

Scorrete questo articolo e vi tornerà l’appetito!

I nostri ristoranti Opera e Benedicta (3 forchette Michelin) saranno lieti di farvi fare un “viaggio” tra i nostri migliori piatti estivi!

 

Antipasti e sfizi a prova di caldo

 

Quando il termometro sale vertiginosamente, non perdete la calma: le ricette fiorentine offrono ottime alternative all’inappetenza da canicola. Cominciamo da un antipasto, vero e proprio classico della tavola toscana: la fettunta (cioè “fetta unta”). Si tratta di una fetta di pane tostato, strofinata con un pizzico di aglio fresco e innaffiata da olio locale. Con la punta asprigna dell’olio del Mugello, ogni morso è una goduria.

Accanto alla fettunta, un posto d’onore spetta alla bruschetta al pomodoro, che si arricchisce del fresco ortaggio a cubetti, un tripudio di sapori in questa stagione. Il solo colore porta allegria in tavola e il profumo di basilico appena colto completa un piccolo, grande piatto fiorentino. Entrambe le ricette si preparano a freddo con ingredienti ricchi di sali minerali. Autentici toccasana contro l’afa cittadina.

Se non volete fare a meno degli affettati – ed essendo toscana vi capisco – rinfrescatevi con un classico antipasto italiano, irresistibile nella versione fiorentina: prosciutto e melone. La frutta matura e zuccherina si sposa magnificamente con il nostro prosciutto crudo, salato e saporito. L’antipasto estivo disseta e soddisfa, sia lo stomaco che la vista: le nuance aranciate del melone e il rosa acceso dell’affettato sono un binomio riuscitissimo.

 

Il pane per primo

 

A Firenze il pane ci piace tantissimo! Un pasto per noi non è davvero completo senza una fetta di questo prodotto da forno, che amiamo nella versione non salata, a differenza del resto d’Italia.

Il pane toscano è fondamento di alcune delle più antiche ricette locali: dalla ribollita e minestra di pane – ghiotte regine d’inverno – alla torta dolce di pane, ottima in tutte le stagioni.

Eppure preparazioni simili e deliziose si possono gustare anche in piena estate. La pappa al pomodoro è una di queste: il pomodoro in questo periodo è più dolce che mai. Ottima calda, la pappa si può gustare anche fredda, quando i sapori saranno perfettamente amalgamati dopo aver riposato l’uno nell’abbraccio dell’altro.

La pappa al pomodoro è un tipico primo piatto estivo come la panzanella, dalle fragranze rigeneranti dell’orto in fiore. In questa ricetta l’avvolgente pane bagnato accoglie il pomodoro maturo e il cetriolo dalla polpa brillante, la cipolla profumatissima danza insieme al basilico appena colto. Una spruzzata di olio toscano, aceto bianco e sale, ecco a voi un caposaldo della tavola estiva a Firenze. Io vi aggiungo un paio di ciuffi di tenero sedano.

 

 

Insalate sì, ma rinforzate

 

Se ai primi preferite i piatti di carne, non dovrete privarvene neanche nelle giornate più bollenti. A Firenze antichi buongustai hanno studiato tecniche efficaci per saziare la gola in estate. Ricorriamo alle insalate anche noi, è vero, ma si tratta di “insalate di rinforzo” – dimenticate la triste lattuga.

Non si trova in tutti i ristoranti a Firenze, ma l’insalata di trippa è una vera leccornia. Se non vi piacciono le frattaglie, statene alla larga, altrimenti godetevi una riscoperta dell’antica cucina toscana. La trippa, tenera e comprata nella bottega di fiducia, si accompagna a una pioggia di olive nere, cipollotti freschi a rondelle e prezzemolo tritato. A condimento, un giro di olio novello e una spolverata di sale e pepe…perfetto.

Tra i secondi a prova di afa, vi segnalo anche le portate a base di legumi, colonne portanti della nostra dieta di origine contadina. Le insalate di legumi, in Toscana, si arricchiscono di patate, nervetti, cereali, olive...infinite combinazioni per gli alimenti più versatili della gastronomia fiorentina.

 

Il dessert che non può mancare: il gelato

 

Dopo una carrellata di proposte per un pranzo d’estate a Firenze, non possiamo certo dimenticarci il dolce – il momento che io attendo dall’inizio del pasto!

Nelle serate più calde lo zuccotto alla fiorentina, grande classico, si apprezza più volentieri del solito. Un guscio di pan di spagna morbido e profumato racchiude un cuore di gelato alla panna, al cioccolato o alla crema, il tutto punteggiato da candidi aromatici.

Se preferite un dolce meno sostanzioso e più semplice da mangiare, optate per il re indiscusso dell’estate italiana: il gelato. Cono, coppetta o frappé, le gelaterie fiorentine ne offrono per tutti i gusti e le età. Grazie al contenuto apporto calorico e alla versatilità, ogni momento si presta a un assaggio, non solo il dopocena. Io ho l’abitudine di concedermi una coppetta di sorbetto alla fragola con una punta di panna due o tre volte alla settimana nei mesi più caldi (è un’esigenza fisiologica!)

Passeggiando per le vie del centro storico, avrete l’imbarazzo della scelta: le gelaterie spuntano tentatrici ad ogni angolo e scommetto che non vi farete pregare…

Vi lascio un paio di consigli per regalarvi la migliore esperienza di gelato a Firenze: scegliete i negozi con produzione artigianale – spesso potrete riconoscere il laboratorio sul retro – ed evitate i gusti con colorazioni troppo accese e innaturali (sono frutto dei coloranti artificiali).

Se amate la frutta come me, in gelateria prediligete quella di stagione: il vostro gelato avrà un gusto autentico e ricco, quello delle delizie maturate al sole.

 

E adesso, dite la verità: non vi è venuta fame?

Prenotate allora  il vostro tavolo al Ristorante Opera https://www.hoteladriatico.it/ristorante e al Ristorante Benedicta https://www.ristorantebenedicta.it/

 

Ultimi Post
  • +

    Mangiare bene a Firenze tutto l’anno: i gustosi piatti estivi

    Firenze e la terra toscana sono patrie indiscusse del buon mangiare - e del buon…
  • +

    Estate a Firenze: un mare di eventi in città

    Arte, musica, teatro, cinema, danza e divertimento sono mantra nel panorama fiorentino, in ogni periodo…
  • +

    Giugno a Firenze: il tripudio della moda

    Accanto alle partite del Calcio Storico Fiorentino, di cui vi ho già parlato, a giugno…
  • +

    Il calcio in costume: un tuffo nell’anima più antica di Firenze

    Ogni tradizione con radici storiche di grande importanza ha spesso dei contorni rudi e cruenti.…
  • +

    Capolavori nel verde: una passeggiata nei giardini monumentali di Firenze

    In una vacanza a Firenze le cose da fare e le attrazioni da vedere non…
Prenota Chiama Email