Grand Hotel Adriatico - Firenze

Prenota qui:
conviene!

  • Minibar Gratuito
  • Late check out gratuito fino alle 15.00
  • Cancellazione entro 24 ore gratuita

Miglior Tariffa Garantita

Sentori di primavera, è il tripudio dell'olfatto

L’inverno sta per lasciare il passo alla primavera, che ormai è alle porte. Con l’arrivo della bella stagione, l’aria si fa più leggera, le giornate più lunghe e le facce più distese, mentre i fiori cominciano a sbocciare e a vestirsi degli abiti migliori che la natura offre loro. Un vero e proprio spettacolo per la vista e per l’olfatto, deliziato da profumi piacevoli e seducenti. Firenze a primavera offre uno spettacolo da cartolina, grazie ad incredibili opere d’arte da ammirare in tutto il loro splendore nelle graziose giornate primaverili.

 

Meta prediletta della stagione è l’Officina del Profumo di Santa Maria Novella, che a primavera si mostra in tutto il suo splendore, grazie ai prodotti di stagione che assicurano un tripudio di fragranze deliziose all’olfatto di ciascuna persona.

 

 

Officina del Profumo di Santa Maria Novella, un po' di storia

 

Nota anche come “Farmacia” e “Antica Spezieria”, l’Officina del Profumo si trova in via della Scala 16, in una porzione del convento di Santa Maria Novella. È ritenuta la farmacia più antica d’Europa, dato il suo periodo di attività ininterrotto che dura da oltre quattro secoli. La sua longevità la classifica inoltre fra gli esercizi commerciali più antichi di sempre in tutto il mondo, ragione per la quale le è stato dedicato un francobollo celebrativo della sua storicità. Già nel 1831 troviamo traccia della sua esistenza: è documentata, infatti, la vendita di acqua di rose disinfettante, soprattutto nei periodi di epidemie, da parte dei frati Domenicani di Santa Maria Novella, primi proprietari dell’edificio. L’assetto moderno risale invece al 1612, quando i frati svolgevano anche l’attività di spezieria. Nel 1866 divenne proprietà del comune di Firenze, prima di essere presa in affitto da Cesare Augusto Stefani, i cui eredi gestiscono ancora oggi l’attività.

 

 

Al cuore dei profumi

 

Non più farmacia, oggi l’Officina del Profumo è una profumeria e un’erboristeria, all’interno della quale è possibile apprezzare una ricca varietà di profumi. L’ambiente è reso suggestivo dalla notevole quantità di decorazioni e arredi sfarzosi, realizzati in epoche diverse e dalla collezione di materiale scientifico come termometri, mortai, bilance, misurini ecc., che ne alimentano fortemente il fascino. La Sala di vendita, originariamente una delle cappelle che componevano il convento, è un dono che la ricca famiglia fiorentina degli Acciaioli fece alla comunità dei frati domenicani di allora. Gli affreschi che si trovano sulla volta a crociera, furono eseguiti da Paolino Sarti e rappresentano i quattro continenti, i quali sono chiamati a rappresentare, in chiave metaforica, la fama mondiale della Farmacia e dei suoi prodotti. A destra della Sala vendite si accede alla Sala verde, un tempo adibita al ricevimento di ospiti di riguardo, ai quali venivano servite alcune specialità della farmacia, come l’Alkermes, la China o la cioccolata, bevanda allora di grande moda. La sala dell’Antica Spezieria, un tempo riservata alla vendita, ospita oggi grandi quantità di spezie rare e profumate. Il soffitto a volta, costruito nel Settecento, presenta una ricca decorazione costituita da animali fantastici, sfingi, draghi e aquile reali. La Sacrestia e antichi laboratori di produzione oggi adibiti a museo completano il quadro di una struttura unica nel suo genere, dove è possibile vivere in maniera amplificata l’esplosione del profumo dei fiori a primavera, grazie ad una ricca selezione che accontenterà tutti i gusti.

 

 

Pasqua a Firenze, dove trascorrerla

 

Domenica 19 aprile è il giorno in cui, quest’anno, si festeggia la Pasqua. Firenze è senza dubbio una splendida cornice dove vivere la festività pasquale e il Lunedì dell’Angelo, grazie alle meravigliose opere d’arte della città, depositarie di un fascino e di una bellezza senza tempo. L’appuntamento con il quale prende il via la celebrazione della Pasqua è il rinomato scoppio del carro, che si svolge ogni domenica di Pasqua, alle 10 circa. Nata oltre 300 anni fa, questa tradizione vede come protagonista assoluto il cosiddetto “Brindellone”, un carro alto 9 metri che viene trainato dai buoi dal suo deposito, situato in via Il Prato, fino in Piazza Duomo. Qui, durante la messa, verso le 11, l’Arcivescovo di Firenze accende la “Colombina”, ovvero un razzo a forma di colomba (simbolo dello Spirito Santo) che raggiunge il “Brindellone” per incendiarlo, innescando così i fuochi d’artificio montanti su di esso. Secondo la tradizione, se la “Colombina” tornerà sull’altare, sarà di auspicio per un anno positivo e fortunato. Lo spettacolo dell’incendio del carro lascia ogni anno a bocca aperta tanto i turisti quanto i fiorentini, che rispondono sempre numerosi al rito della celebrazione pasquale.

 

 

MIDA, la Mostra Intenrazionale dell'Artiginato a Firenze

 

Dal 25 aprile al primo Maggio va inscena alla Fortezza da Basso l’ottantaquattresima Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze, che accoglie ogni anno tantissimi visitatori. Artigiani e imprese artigiane esporranno i propri lavori, impregnati di un senso di varietà, ricchezza e qualità che ben illustreranno le dinamiche di un settore tanto ereditario quanto innovativo. L’orario della mostra è dalle 10:00 alle 22:00. L’inaugurazione è prevista per venerdì 24 aprile dalle 15:00 alle 22:00.

Ultimi Post
  • +

    Sentori di primavera, è il tripudio dell'olfatto

    L’inverno sta per lasciare il passo alla primavera, che ormai è alle porte. Con l’arrivo…
  • +

    Viareggio e il Carnevale, un fantastico binomio

    Il Carnevale di Viareggio è la manifestazione per eccellenza del territorio viareggino. Considerata una fra…
  • +

    Pitti immagine uomo, al via la stagione dei saldi

    Nei primi giorni del nuovo anno, Firenze è ancora dolcemente immersa nell’incantevole atmosfera di festa…
  • +

    L’incanto del Natale nel centro storico di Firenze

    Il Natale disegna una cornice speciale nel centro storico di Firenze. Le luci che colorano…
  • +

    Passeggiare tra caffè, tea house e cioccolaterie artigianali nel centro fiorentino

    Firenze in inverno somiglia a una dama d’altri tempi: accoccolata tra piazze e corsi storici…
Prenota Chiama Email